0 4 minuti 7 mesi

Anche il trapano migliore in assoluto non può niente se non si scelgono con attenzione le punte da utilizzare. La scelta della punta più adatta dipende da una serie di fattori, a partire dal materiale che si sta per forare. Perché la punta adatta a produrre un foro in una lastra di ceramica o di pietra è ben diversa rispetto a quella che si può utilizzare per forare il legno, sotto vari punti di vista.

La punta giusta per ogni attività

Quindi non esiste una punta perfetta per ogni situazione, quella che una volta montata non si staccherà più dal mandrino. Anzi, la varietà di punte per trapano professionali disponibili in commercio è molto ampia. Come già detto, la principale discriminante è il tipo di materiale che si intende forare. Alla pagina https://eshop.wuerth.it/Categorie-di-prodotti/Punte-di-foratura-per-muratura/3114750105.cyid/3114.cgid/it/IT/EUR/, ad esempio, si può trovare una vasta scelta di punte progettate per forare la muratura, un materiale non eccessivamente duro che però può presentare qualche insidia. Nei negozi specializzati si possono reperire punte per legno, per metallo, per forare la ceramica o il vetro. A ogni tipologia di materiale corrisponde una diversa geometria delle punte per trapano, che presentano un angolo meno accentuato quando si deve forare un materiale molto duro, come il metallo, e che invece presentano un terminale appuntito quando devono penetrare in un materiale come il legno, che offre minore resistenza.

La gran parte dei professionisti si trovano a dover trattare quasi sempre materiali simili tra di loro, ma non è sempre così. Per questo non è infrequente trovare in commercio kit di punte per il trapano che propongono varie misure, dimensioni e profilo della parte terminale delle punte.

Una questione di misura

Ovviamente la scelta della punta da trapano più adatta dipende strettamente anche dalle dimensioni del foro che si deve praticare. Anche in questo caso però è bene fare delle distinzioni che riguardano il materiale da forare. Solitamente si pratica un foro per infilarvi un accessorio, solitamente della minuteria come una vite o un tassello. Il foro dovrà consentire il passaggio dell’accessorio da fissare, che nel tempo dovrà anche restare in sede. Si cerca quindi di preparare un foro che abbia dimensioni simili a quelle dell’oggetto che in esso si intende inserire.

Più è duro il materiale in cui si sta predisponendo il foro e più sarà importante adottare la massima precisione; in caso contrario sarà assai complesso inserire l’oggetto nel foro troppo piccolo, o mantenerlo in sede se si è fatto un buco eccessivamente largo. Contrariamente, se si sta forando un materiale molto malleabile è spesso consigliabile scegliere una punta per il trapano che offra dimensioni leggermente inferiori rispetto a quelle dell’oggetto da fissare. Quest’ultimo si farà spazio nel materiale, rimanendo poi perfettamente fissato.

I tasselli

Quando si devono fissare dei tasselli in una parete è importante predisporre un foro di diametro simile a quello della camicia del tassello stesso. Simile non sempre significa identico, anche perché quando la punta per trapano penetra in una parete tende necessariamente a creare un po’ di gioco, producendo quindi un foro leggermente più largo rispetto al diametro della punta. Si tende quindi a sceglierne una leggermente più piccola, che fornirà un foro perfetto.