Stampante per la decorazione digitale professionale: come sceglierla

0

Qual è la migliore stampante digitale professionale? Rispondere a questa domanda è reso difficile dal gran numero di alternative che si trovano ormai disponibili sul mercato e che assicurano caratteristiche tecniche avanzate da un lato e dall’altro versatilità e capacità di adattarsi a esigenze differenti. Ecco alcuni elementi fondamentali da considerare, per esempio, nella scelta di una stampante per la decorazione digitale. È la destinazione d’uso – la realizzazione di stampe decorative su diverse tipologie di materiali – che rende fondamentale in questo caso puntare soprattutto su una resa di stampa perfetta.

Colori, dimensioni, formati supportati: qual è la miglior stampante per decorazione digitale

Tra le prime caratteristiche da considerare nella scelta della stampante per decorazione digitale ci sono, così, configurazioni di colori e tipologie di inchiostri. La maggior parte di stampanti professionali funzionano oggi in esacromia, e cioè stampano in sei combinazioni di colori, ma se si intendono ottenere risultati più sofisticati si possono scegliere anche configurazioni personalizzate come la doppia quadricromia, l’esacromia con colori spot, eccetera. Quanto alla tipologia di inchiostri la scelta è in genere tra inchiostri a coloranti e inchiostri pigmentati: i primi assicurano colori più vividi e saturi nell’immediato, mentre i secondi garantiscono la resistenza del colore e che lo stesso non risulti alterato nel tempo. Non mancano oggi anche soluzioni innovative, come quella dei nano-coloranti, con cui ottenere stampe colorate perfette e resistenti nel tempo. Il consiglio generale per avere più controllo sulla qualità di stampa, evitare imprecisioni e limitare gli sprechi è scegliere stampanti con serbatoi per i colori separati.

Altre due caratteristiche fondamentali da considerare nella scelta della stampante digitale per decorazioni sono formato di stampa e supporti compatibili. La buona notizia è che le ditte specializzate hanno in catalogo soluzioni per la stampa professionale adatte alle diverse esigenze e che consentono la decorazione digitale sia su piccoli formati e formati standard (come l’A2, l’A3, eccetera) e sia su grandi formati e formati personalizzati. La stampante Mig50 di MuchColours per esempio è una soluzione versatile e che si adatta bene a diversi contesti e a diverse esigenze permettendo, come fa, la stampa in piano su superfici larghe fino a 1200mm e spesse fino a 85mm e su una serie di materiali come legno, acciaio, vetro, pelle, materiali plastici: tradotto vuol dire su tutte le principali superfici su cui è comunemente richiesta la stampa decorativa.

Sulla base di cosa si stampa con più frequenza e in che quantità si dovrebbe orientare, del resto, in definitiva la scelta della stampante digitale professionale. Ci sono infatti numerose altre caratteristiche tecniche – come la velocità di stampa, funzioni e modalità disponibili, eventuali impostazioni per il taglio, eccetera – che possono fare la differenza e rendere più agile ed efficiente il processo di stampa, soprattutto se e quando si lavora su ordinativi di grosse dimensioni. All’aumentare delle prestazioni della stampante digitale professionale crescono in genere, però, sia l’investimento iniziale da effettuare e sia i costi di manutenzione: anche la questione budget è, insomma, una di quelle di cui tenere conto al momento della scelta della macchina per la stampa e la decorazione digitale.