Come arredare al meglio la prima casa

0

Per la maggior parte delle persone, l’acquisto della prima casa rappresenta un traguardo importante. Dopo tanti anni di lavoro e sacrifici, finalmente, giunge il momento di prendersi questa meritata soddisfazione.

In una occasione tanto lieta, però, è particolarmente importante prestare la dovuta attenzione alla tipologia di arredo che si intende utilizzare; la scarsa esperienza, infatti, può spesso portare a commettere errori in termini di interior design che possono contribuire a rendere meno confortevole l’ambiente e spezzarne l’armonia.

Quando si acquista la prima casa, è normale non avere le idee chiare per quanto riguarda l’arredamento; spesso e volentieri, inoltre, ci si trova a fare le cose di corsa e non sia ha il tempo materiale per decidere con la giusta lucidità quali sono i mobili e i complementi d’arredo più indicati per le varie stanze che compongono l’ambiente domestico.

Molti blog di arredamento, come ArredamentoCasaBlog.it, offrono soluzioni e suggerimenti validi per individuare la miglior soluzione di arredo per la propria casa.

Alcuni suggerimenti per arredare in maniera corretta la prima casa

Valutare l’arredo di famiglia

Quando si acquista la prima casa, è molto probabile che si abbiano a disposizione mobili e complementi di arredo ereditati dalla famiglia di origine.

Non è raro, infatti, che zie, nonne e mamme si offrano di regale un mobile che fa parte dell’arredo delle loro case ai figli o ai nipoti, in modo di agevolarli in questa delicata operazione.

L’atteggiamento di molte persone, spesso, è quello di non apprezzare particolarmente questo gesto in quanto ritenuto “invadente” e poco compatibile con i propri gusti in fatto di arredamento.

Si tratta però di una limitazione, in quanto anche un vecchio mobile dallo stile retrò, può adattarsi perfettamente ad un ambiente moderno e funzionale, se abbinato con la dovuta armonia.

Per questo motivo, prima di decidere di non accettare il generoso regalo, è opportuno capire bene quali possono essere le possibilità di inserimento di mobili di famiglia all’interno del proprio ambiente domestico.

Classificare gli acquisti per priorità

Poiché l’acquisto di una casa è forse la spesa più consistente nella vita della maggior parte delle persone, il budget a disposizione per l’arredamento degli spazi è spesso molto limitato.

Questo, unito all’entusiasmo di progettare i propri spazi per la prima volta, può portare ad alcuni errori fatali e costosi.

Uno dei segreti più gelosamente custoditi dai designer di interni è quello che riguarda la possibilità di arredare casa passo dopo passo, senza per forza spendere una fortuna alla spasmodica ricerca di un arredamento in stile “tutto e subito”.

Per questo, è essenziale fare un elenco delle priorità anche in fatto di arredamento; certamente, non potranno mancare mobili come il letto, il tavolo da pranzo e il divano che, necessariamente, dovranno essere acquistati al momento dell’ingresso vero e proprio nella nuova casa. Per tutto il resto, sarà possibile stilare una classifica di priorità, anche in base alle proprie esigenze e al proprio budget.

Non disdegnare i mercatini dell’usato

L’entusiasmo che deriva dall’acquisto della prima casa può facilmente portare ad una frenesia all’acquisto dei mobili che non tiene conto delle possibilità offerte anche dai vari mercatini dell’usato sparsi sul territorio nazionale.

Si tratta di luoghi dove, con la dovuta pazienza, è possibile reperire oggetti e complementi d’arredo davvero interessanti e ad un prezzo vantaggioso.